Buon compleanno Teatro Due!

Un ricco programma di eventi per i 50 anni dalla sua fondazione

Nell’ottobre del 1971 nasce a Parma, da un gruppo di artisti che negli anni ’60 aveva mosso i primi passi tra i Centri e i Festival Internazionali del Teatro Universitario, La Compagnia del Collettivo. Da allora la strada è stata lunga e ha portato alla creazione e al riconoscimento istituzionale del Teatro Due, il Teatro della città di Parma, che compie quest’anno i suoi primi 50 anni.

Il Reggio Parma Festival è partner della Fondazione Teatro Due contribuendo alla realizzazione del Teatro Festival Parma, incontro annuale, di rilievo europeo e internazionale, dedicato alla presentazione e all’analisi di nuovi temi e argomenti di riflessione.

Forte di una chiara vocazione alla produzione di spettacoli, alla ricerca applicata all’arte scenica e allo studio su testi classici e drammaturgia contemporanea, Fondazione Teatro Due non smette di interrogarsi sulle più diverse questioni artistiche, politiche, sociali, etiche legate alla contemporaneità, ponendosi come momento di incontro produttivo tra differenti sistemi artistici, metodologici e di pubblico.

Nella situazione attuale in cui i teatri sono chiamati a doversi reinventare, Fondazione Teatro Due concentra i propri sforzi nel dare un segnale di rigenerazione necessaria. Partendo dal patrimonio di saperi accumulati nell’arco di cinquant’anni, le proposte progettuali puntano a costruire un terreno fertile per chi voglia assumersi la responsabilità del teatro di domani.

La programmazione dell’attività fino a fine anno intende celebrare questa importante ricorrenza. Nella seconda parte del mese di ottobre, in coincidenza con la data di nascita della Compagnia del Collettivo, il teatro aprirà al pubblico i suoi spazi con una serie di iniziative che segnano l’inizio di un nuovo viaggio. Il programma completo dei festeggiamenti per i 50 anni sarà presentato nella sua interezza nel mese di ottobre.

Tra gli spettacoli in programma

“UN FIGLIO DEL NOSTRO TEMPO, il mio cuore è un mare nero”, adattamento di Amedeo Guarnieri e Lucrezia Le Moli in scena dal 9 al 18 ottobre. Lo spettacolo è tratto da un libro di formazione scritto da Ödön von Horváth nel 1937, che fu subito inserito tra la letteratura dannosa e indesiderabile dell’epoca costringendo l’autore trentaseienne all’esilio.

Il 12 e 13 ottobre, invece, sarà la volta di Anna Maria Guarnieri e Giulia Lazzarini in “ARSENICO E VECCHI MERLETTI” di Joseph Kesselring. Lo spettacolo è dedicato a Mario Monicelli e liberamente ispirato alla sua prima regia teatrale.

Per il calendario completo è possibile visitare il sito: https://www.teatrodue.org/ottobre-dicembre-2021/

Buon compleanno Teatro Due!
Condividi:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi