PROGRAMMA 2021

TEATRO
DANZA
OPERA
MUSICA
CINEMA
ARTI VISIVE
INCONTRI

1809

The end of the world

Lubomyr Melnyk & SPIME.IM con Julia Kent

The End Of The World è una celebrazione della bellezza del mondo ma soprattutto, come suggerisce il titolo, una drammatica rappresentazione artistica del disastro ecologico che il nostro pianeta sta affrontando e della condotta autodistruttiva del genere umano.

Il progetto nasce dall’omonimo brano per pianoforte composto da Melnyk nel 2018, con l’idea di estenderlo e dare forma a un’opera più completa, monumentale e collaborativa, in cui ogni sezione è in grado di offrire molteplici direzioni acustiche rispetto al concept principale. In seguito a un lungo periodo di composizioni solitarie, Melnyk ha unito gli elementi sonori naturali caratteristici del suo pianoforte agli arrangiamenti elettrici e acustici di Julia Kent e ai timbri digitali del collettivo SPIME.IM, che ha integrato il tutto con interazioni virtuali.

Lubomyr Melnyk pianoforte

SPIME.IM elettronica e visuals

Julia Kent violoncello

produzione esecutiva Danilo Cardillo (Basemental) – ingegnere del suono Maurizio Borgna – data curation Elisa Berrnardoni


coproduzione Superbudda, LEV Festival (Spagna), Nextones (Italia), Snaporazverein (Svizzera), Fondazione I Teatri / Festival Aperto Reggio Emilia – in collaborazione con Tourdays Basemental

Una celebrazione della bellezza del mondo attraverso la rappresentazione del disastro ecologico che sta affrontando il pianeta.

Visita la pagina dell’evento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi